Nella piadina della Lella tutto il gusto del Romagna Style

Oggi ti parlo della dinasty del matterello che ha conquistato prima Rimini e poi New York

Matterello | Amore |Piadina

La piadina della Lella è una tappa obbligata che tu sia di Rimini,  oppure che arrivi da lontano. E’ sì una piadineria, ma ancor più è il gusto del RomagnaStyle concentrato in un tondo “grande come la luna”.

Alla Lella va il merito, in tempi non sospetti, di avere svecchiato il mood “vecchio negozio di piada”. Prima ha portato la sua fantasia fra i fornelli, uscendo dallo schema piadina al prosciutto, cassone rosso (pomodoro e mozzarella) e cassone verde (con le erbe di campagna). Ne ha studiate di ogni fra cui il “cavallo di battaglia” (Parma, squacquerone e fichi caramellati). Poi ha pensato che il negozietto di rivendita piadine le stava stretto.

Primo step, ha rifatto il look alla piadineria di via Covignano  ispirata alle botteghe di una volta – la cui gestione è affidata alla figlia Marina. A seguire si è rifatta la sua botteguccia di via Rimembranze, il primo negozio della dinasty. Lo ha fatto scintillante come una notte d’agosto. Nel frattempo l’altro figlio Massimiliano (Chicco Piadina) decideva di cambiare aria e volare a New York per fare fortuna. La sua storia meriterebbe un capitolo a parte, per cui sintetizzo – e annota nel caso di un viaggio a New York – se vuoi provare il Lella Style, a Williamsburg, quartiere di Brooklyn, una fragrante piadina te la puoi gustare dalla Lella Alimentari.

Dalla Lella al Mare

L’ultimo capitolo della dinasty di Gabriella Magnani, per tutti La Lella, è al mare, in piazzale Kennedy. La piccola piadineria è diventata un pizzeria da asporto: MozzareLella, poteva chiamarsi altrimenti?! (le sue pizze le devo ancora assaggiare e ve le racconterò a breve).  La piadineria si è spostata di una ventina di metri in uno spazio più grande. Inaugurata all’inizio dell’estate ha i colori soffici delle nuvole.

Appese ai muri le fotografie raccontano la storia di questa saga imprenditoriale romagnola. C’è una grossa stufa nordica che quest’inverno ci riscalderà dopo che saremo andati a salutare il mare d’inverno.

Ai posti di comando sempre la figlia Marina. Cappellino d’ordinanza (un altro dei simboli del Lella Style) e sorriso pronto ad accoglierti con piadine, insalatone fresche e dolci della tradizione come la ciambella che ti servono accompagnata dalla crema.

Sardoncini | Piadina al farro | Birra della casa

L’elenco di piadine e cassoni che puoi mangiare dalla Lella è infinito. Qui ti presento due classici: crudo di Parma con squacquerone e rucola (per me resta sempre un must) e la piadina al farro con i sardonici che più riminese di così non si può.

E a proposito di avventure imprenditoriali locali, la Birra Riminese le ha persino dedicato una birra: la Birra della Lella che si sposa alla perfezione con la piada. L’etichetta, logo a parte, è stata disegnata da Lucrezia, 12 anni appena,  figlia di Marina. Un boccale di birra spumeggiante e due fiorellini. Il futuro della dinasty è assicurato.

Lella al Mare __Rimini (piazzale Kennedy )

Please follow and like us:
RSS
Follow by Email
Facebook
Google+
https://www.ioerimini.com/2018/08/nella-piadina-della-lella-tutto-il-gusto-del-romagna-style/
Twitter

My Instagram Feed