Agrofficina | Cucina green e sincera

Agrofficina

[fullwidth background_color=”” background_image=”” background_parallax=”none” enable_mobile=”no” parallax_speed=”0.3″ background_repeat=”no-repeat” background_position=”left top” video_url=”” video_aspect_ratio=”16:9″ video_webm=”” video_mp4=”” video_ogv=”” video_preview_image=”” overlay_color=”” overlay_opacity=”0.5″ video_mute=”yes” video_loop=”yes” fade=”no” border_size=”0px” border_color=”” border_style=”” padding_top=”20″ padding_bottom=”20″ padding_left=”” padding_right=”” hundred_percent=”no” equal_height_columns=”no” hide_on_mobile=”no” menu_anchor=”” class=”” id=””][fusion_text]

 

Agrofficina è un laboratorio del gusto nel cuore di Rimini. Si trova a due passi dalla rocca malatestiana ed è il classico posticino da frequentare da mattino fino a tarda sera.

L’idea parte nel 2014: mettere insieme la terra, i suoi frutti, l’azienda di famiglia e la cucina. Anna Chiara ci gira intorno, pensa a qualcosa che assomigli a un laboratorio. Il progetto viene messo in pausa, intanto studia architettura, studia i paesaggi.

Tutto ritorna quando incontra Andrea. Spirito libero al punto da lasciare il posto fisso e ripartire daccapo dalla cucina. Prima la gavetta, poi di fianco ad affermati chef. In cinque anni ha solo in mente una cosa: aprire un posto tutto suo.

E così è stato. I loro sogni si incrociano nella vita e nella cucina, nell’estate del 2018 nasce Agrofficina, uno degli ultimi locali aperti nel centro storico di Rimini. In piazza Malatesta, davanti alle mura di Castel Sismondo, Andrea e Anna Chiara aprono il loro laboratorio del gusto, “senza fronzoli, con un tocco di poesia”.[/fusion_text][/fullwidth][fullwidth background_color=”” background_image=”” background_parallax=”none” enable_mobile=”no” parallax_speed=”0.3″ background_repeat=”no-repeat” background_position=”left top” video_url=”” video_aspect_ratio=”16:9″ video_webm=”” video_mp4=”” video_ogv=”” video_preview_image=”” overlay_color=”” overlay_opacity=”0.5″ video_mute=”yes” video_loop=”yes” fade=”no” border_size=”0px” border_color=”” border_style=”” padding_top=”20″ padding_bottom=”20″ padding_left=”” padding_right=”” hundred_percent=”no” equal_height_columns=”no” hide_on_mobile=”no” menu_anchor=”” class=”” id=””][fusion_text]AgrofficinaAgrofficinaAgrofficinaAgrofficinaAgrofficinaAgrofficina[/fusion_text][/fullwidth][fullwidth background_color=”” background_image=”” background_parallax=”none” enable_mobile=”no” parallax_speed=”0.3″ background_repeat=”no-repeat” background_position=”left top” video_url=”” video_aspect_ratio=”16:9″ video_webm=”” video_mp4=”” video_ogv=”” video_preview_image=”” overlay_color=”” overlay_opacity=”0.5″ video_mute=”yes” video_loop=”yes” fade=”no” border_size=”0px” border_color=”” border_style=”” padding_top=”20″ padding_bottom=”20″ padding_left=”” padding_right=”” hundred_percent=”no” equal_height_columns=”no” hide_on_mobile=”no” menu_anchor=”” class=”” id=””][fusion_text]

L’essenziale in natura, in cucina, nel luogo

 

L’atmosfera di Agrofficina strizza l’occhio alle atmosfere scandinave negli arredi realizzati da AlmaderaLAB, ai richiami da officina, nella divisa da chef di Andrea, nei profilati in metallo, nelle cementine. Poi c’è il verde come fosse una piccola serra di città. In tavola  arriva quello che spunta dall’orto dei genitori, dai banchi del mercato, dal mare Adriatico, dalla carne acquistata “solo da chi ci fidiamo”. C’è il rispetto per l’ambiente nel servire il cibo in piatti e bicchieri biodegradabili al 100 per 100 che in 90 giorni di compostaggio ritornano in natura.[/fusion_text][/fullwidth][fullwidth background_color=”” background_image=”” background_parallax=”none” enable_mobile=”no” parallax_speed=”0.3″ background_repeat=”no-repeat” background_position=”left top” video_url=”” video_aspect_ratio=”16:9″ video_webm=”” video_mp4=”” video_ogv=”” video_preview_image=”” overlay_color=”” overlay_opacity=”0.5″ video_mute=”yes” video_loop=”yes” fade=”no” border_size=”0px” border_color=”” border_style=”” padding_top=”20″ padding_bottom=”20″ padding_left=”” padding_right=”” hundred_percent=”no” equal_height_columns=”no” hide_on_mobile=”no” menu_anchor=”” class=”” id=””][fusion_text]AgrofficinaAgrofficinaAgrofficina[/fusion_text][/fullwidth][fullwidth background_color=”” background_image=”” background_parallax=”none” enable_mobile=”no” parallax_speed=”0.3″ background_repeat=”no-repeat” background_position=”left top” video_url=”” video_aspect_ratio=”16:9″ video_webm=”” video_mp4=”” video_ogv=”” video_preview_image=”” overlay_color=”” overlay_opacity=”0.5″ video_mute=”yes” video_loop=”yes” fade=”no” border_size=”0px” border_color=”” border_style=”” padding_top=”20″ padding_bottom=”20″ padding_left=”” padding_right=”” hundred_percent=”no” equal_height_columns=”no” hide_on_mobile=”no” menu_anchor=”” class=”” id=””][fusion_text]

Il menù, buono consapevole, sostenibile

 

Particolare il menù che si apre con Nel mentre cinque piatti d’entrata. A seguire puoi scegliere fra le Foglie verdi, le Zuppe calde fra cui il ramen dell’Adriatico a base di brodo di pesce fresco, verdure di stagione e tagliolini all’uovo, oppure il ramen riminese con brodo di carne e arrosto di capocollo di mora romagnola. Ci sono le piadine, i taglieri di salumi e formaggi, la frutta di stagione e i dessert.

Come primo pranzo, insieme a un’amica, siamo partite con una serie di assaggini “Nel mentre”: l’insalatina di pesce marinato e la panzanella. Da lode la frutta e la verdura marinate servite con una salsina a base di yogurt. Poi vuoi non smezzarti la pappa al pomodoro con chenelle di ricotta di capra?!

A seguire la piadina il “Pascolo” con mozzarella di bufala, pomodoro e pesto verde. E quella “Campo” sempre verdure di stagione, radicchio e yogurt speziato. Infine i dolci: la crema vanigliata servita con ciambella e frutta e il guazzetto di frutta, gelatina di ricotta e crumble. Un mix di sapori perfetto.

Tant’è che già penso alla prossima volta che ci tornerò per assaggiare la zuppa ramen. Non l’ho mai provata ma quella di pesce mi pare un ottimo inizio.[/fusion_text][/fullwidth][fullwidth background_color=”” background_image=”” background_parallax=”none” enable_mobile=”no” parallax_speed=”0.3″ background_repeat=”no-repeat” background_position=”left top” video_url=”” video_aspect_ratio=”16:9″ video_webm=”” video_mp4=”” video_ogv=”” video_preview_image=”” overlay_color=”” overlay_opacity=”0.5″ video_mute=”yes” video_loop=”yes” fade=”no” border_size=”0px” border_color=”” border_style=”” padding_top=”20″ padding_bottom=”20″ padding_left=”” padding_right=”” hundred_percent=”no” equal_height_columns=”no” hide_on_mobile=”no” menu_anchor=”” class=”” id=””][fusion_text]

Agrofficina, piazza Malatesta 21/g Rimini

 

A pranzo “lo Zio” consiglia …

zio

Ogni giorno una lista di portate diverse preparate con il meglio che si trova sui banchi del mercato

L’allettante proposta arriva dal ristorante Dallo Zio, nel cuore del centro storico di Rimini, che ha creato un perfetto menù degustazione dal titolo: 5 assaggi dal Mercato Coperto. Nella tarda mattina un post sulla pagina Facebook del locale, gestito da Giuliano Canzian, svela ciò che è pronto ad arrivare in tavola.

Il progetto racchiude la filosofia del  ristorante che coniuga tradizione, ricerca delle materie prime locali e originalità. Il mercato di Rimini diventa quindi fonte di ispirazione per menù all’insegna della sartorialità. Cinque degustazioni da abbinare a un calice di vino che ben si accorda alle portate.

ziozioziozio

Nel mio pranzo nostrano: pesce fresco e verdure primaverili

Nel paniere della spesa del ristornate Dallo Zio venerdì scorso c’erano: capesante, sardonici, vongole, erbette di campagna e strigoli. In tavola è arrivato un assaggio di coratella di capesante con polenta bramata. A seguire sardoncini scottati sul testo, orecchiette con sogliole e liscari, ravioli ripieni di erbe con sugo di vongole. Per chiudere gelato di nocciola con ciocco brownies e insieme al caffè un’alzatina di piccola pasticceria. Tutto rigorosamente home made: dal cestino del pane alla pasta, fino ai dolci.

zioziozioziozio

Il ristorante Dallo Zio si trova nel cuore del rione Montecavallo, a due passi dall’Arco d’Augusto, nel centro storico di Rimini. Punto di forza del suo menù, basato su elementi di mare e di terra, è la riscoperta di ricette tradizionali del territorio rielaborate in chiave contemporanea. E, particolare in grado di fare la differenza, una carta dei vini da oltre 250 etichette per accontentare anche i palati più esigenti.

Il recente intervento di ristrutturazione a cura dell’architetto Giovanni Tommaso Garattoni ha mantenuto intatto il senso di intima ospitalità e di essenziale eleganza di questa dimora ottocentesca. Dagli anni Sessanta trasformata in trattoria e oggi in un accogliente ristorante.

Ristorante dallo Zio vicolo Santa Chiara, 16 Rimini

zio

Ristorante dallo Zio   __Rimini (vicolo Santa Chiara, 16)

Il Romagna Street Food di A Sem Toast

food

Sandwich Tostissimi

Piccolissimo, buonissimo, tostissimo: 14 metri quadrati di puro piacere. Ve ne avevo già accennato nella mia guida Weekend a Rimini: 8 indirizzi easy chic da segnare in agenda. Ma a Sem Toast si merita una citazione tutta sua. Nel centro storico di Rimini, in zona cantinette,  se volete provare un sandwich memorabile, un panino gourmet, una piadina speciale o un frittino di quelli leggeri leggeri è l’indirizzo giusto. E’ il tipico esempio di romagna street food: cibo da consumare passeggiando con un’attenzione particolare alla qualità  degli ingredienti e al menù che varia a seconda dei prodotti di stagione.

food

Amanti dello street food qui trovate pane per i vostri denti

Per uno spuntino, una pausa pranzo veloce, una cena al volo, il menù di A Sem Toast è tutta una tentazione. L’ultima ha il profumo intenso dell’autunno: il club sandwich al tartufo. Se pensate alla solita spalmata di crema di tartufo vi sbagliate di grosso. Nella salsa home made ci sono generose grattate di odoroso tubero, insieme al saporito prosciutto di Carpegna, spinacino fresco e altre sfiziosità.

Con l’arrivo del freddo nel menù è arrivata anche la polenta. La scelta è ardua: polenta con ragù di cinghiale, oppure polenta con funghi e fonduta? Nel dubbio meglio andarci in compagnia e condividere.

A Sem Fitness

Fra tante proposte food da leccarsi i baffi da A Sem Toast ne hanno inventata una che mette insieme gusto e calorie: il Keto ToastPane morbido ai cereali Penta Diet (pane speciale ad alto contenuto proteico e solo 0.9g di zuccheri a porzione), pollo piastrato, mayocado, pomodori e germogli di alfa-alfa coltivati con passione dalla titolare Claudia. Tradotto in cifre è uno sfizio da 350 calorie, senza nulla togliere al gusto.

Un frittino leggero leggero

E’ un classico dello street food, peccato che a volte il fritto preso al volo – superata la fase gnam gnam – si rivela spesso una mattonata da mandare giù. Questo invece è super leggero e croccante. Le proposte variano a seconda della stagione. Se in estate vanno fortissimo i fiori di zucca fritti, in inverno come resistere davanti al cartoccio di baccalà&cips oppure l’evergreen  pollocips e il buon fritto di pesce.

Un consiglio prezioso: le porzioni sono belle abbondanti soprattuto i sandwich, per cui meglio andarci in compagnia e smezzarsi le prelibatezze sul migliore tavolo a disposizione: i vecchi banchi della pescheria di Rimini.

foodfood

L’ultima tentazione: il panino con pastrami

Dal medioriente a New York, passando per la Romania e i ghetti ebraici di mezza Europa la succulenta carne affumicata e speziata è arrivata sui banchi della vecchia pescheria di Rimini. E proprio dalla Big Apple Claudia ha importato la ricetta. E’ tenuta rigorosamente segreta come si conviene nella storia di questo panino, protagonista della celebre scena di Harry ti presento Sally, girata all”interno di Katz’s Delicatessen di New York, il regno del pastrami.

Viene preparato con un taglio di manzo femmina. La carne è marinata per 8 giorni nelle spezie, cotta a bassa temperatura nel barbecue per 12 ore, più altre 6 di affumicatura. Si affetta al coltello. 100 Gr nel panino normale e ben 200 Gr in quello super. Un filo di senape, insalata e pomodorini freschi. Il cetriolo puntato con lo stecchino e il nirvana è servito.

food

Lola Langusta: il posto giusto per sorseggiare un cocktail

Lola

Drink d’autore al Lola Langusta

Esci dal lavoro. L’autunno è magnanimo. Non hai voglia di andare subito a casa. Ecco l’idea vincente: un drink al Lola Langusta. Arrivi all’imbrunire. Il locale si trova nella corte interna della Galleria Gorza. E, in questa stagione, regala ancora la felicità di un pre serata all’aperto.

LolaLolaLolaInaugurato nel gennaio 2016 da Sara Gorza e Alessandro Barugolo, motivati dall’idea di aprire, a Rimini, un locale che mancava. Avete presente il classico club inglese, quello only for man? Bene, ora provate a immaginare se un posto del genere fosse trasportato, a due passi dall’Arco d’Augusto, con un po’ meno rigore english e qualche sfumatura femminile in più.

Come nome invece, si sono fatti ispirare dalla folle protagonista di un b-movie targato anni Settanta.  Così ecco materializzarsi il Lola Langusta. Caldo, accogliente, è il posto ideale per ritrovarsi dopo una giornata di lavoro, oppure per un raffinato dopocena con gli amici.

Particolare e d’effetto l’arredamento, curato da Sara. La parte inglese, che vorrebbe questi luoghi riservati solo agli uomini, è ingentilita da arredi che appartengono a più epoche e da un sapiente uso del colore. Dettagli in oro, colori che virano dal blu al grigio e il senape, tappezzerie e tessuti preziosi, tutti insieme contribuiscono a creare un perfetto mix di stili e dettagli. A infondere la giusta impronta nella scelta di food&drink è il marito Alessandro.Lola LolaLola

Vizi da buoni intenditori

Dai Vini, ai cocktail, passando per le bollicine e le proposte food, al Lola Langusta sono vizi da buoni intenditori. Una sorta di dispensa delle meraviglie. Quella che tutti vorremmo avere in casa quando ci prende voglia di quel certo non so che. E se volete un consiglio sul cocktail perfetto, adatto alla serata, chiedete pure consiglio al barman Stefano Ascanio.

Difficile annoiarsi. Drink d’autore, live music, dj set, esposizione d’arte, bollicine, vini eccellenti e buon cibo, rendono le notti di questo piccolo e raffinato club una diversa dall’altra. Provare per credere.

LolaLolaIl Lola Langusta si trova all’interno della Galleria Gorza, in via XX Settembre, a Rimini.

Aperto dall’aperitivo serale in poi – quando la Galleria chiude i battenti – per entrare in questo antro delle meraviglie suonate al campanello Press for Champagne e godervi la vostra serata.

Lola Langusta via XX Settembre 32/c all’interno della Galleria Gorza Rimini

Pranzetti Glam nella spiaggetta del Milton Beach

pranzetti

Pranzetti in good company

Ma quanto sono belli i pranzetti in compagnia delle amiche. Sono la mia passione. A volte mi piacciono persino più delle cene. Questa settimana ci siamo date appuntamento a Le Milton Beach, ristorantino sulla spiaggia di Rimini. Partner in crime Marina autrice del blog La tarte Maison, raffinato diario di food.

pranzettipranzettipranzettipranzettipranzetti

Per iniziare siamo partite con delle bollicine rosé. E un brindisi. Poi ci abbiamo aggiunto due classici della ristorazione rivisitati in chiave VichyCristina: club sandwich (pollo, uova, insalata, pomodoro e bacon) e hot dog di mazzancolle (mazzancolle alla griglia, insalata, pomodoro, maionese allo zenzero) serviti con patatine home made.

Qui tutto è cucinato al momento. Il pesce è freschissimo. I sandwich ti vengono serviti con salsine a parte che volendo si possono anche accantonare. Ma a due pennellate di ketchup sulle chips chi ci rinuncia. Il caffè ed eravamo pronte per tornare al lavoro. La fortuna di abitare in riva al mare.

pranzettipranzettipranzettipranzetti

Sul posto che dire: è delizioso. Una pennellata di Miami Style sulla spiaggia di Rimini. Rosa come se non ci fosse un domani, il blu, il rosso, gli immancabili banani, le poltroncine di design e tantissimi fiori per legare tutto insieme.  A gestirlo con il loro stile tutto particolare: VichyCristina, figlia e mamma.

Le Milton Beach è adatto per pranzetti glam, ma anche per raffinate cene di pesce (se vi piacciono i crudi questo è uno dei posti da tenere sempre in agenda) senza dimenticare l’aperitivo in spiaggia.

… arrivederci al prossimo pranzetto in good company.

pranzettipranzettipranzetti

Le Milton Beach lungomare Tintori (Bagno 7/8) Rimini